Perché i marketer non sfruttano appieno il potenziale del loro stack Martech?

Responsive-design

Gartner nel suo Gartner Marketing Technology Survey 2019 asserisce che gli esperti di marketing utilizzano solo il 58% delle capacità e del potenziale del proprio stack tecnologico di marketing (martech).

I marketer stanno sprecando soldi quando si tratta di stack martech? I vendors attuano strategie di vendita delle tecnologie di marketing in “over-selling”?

Così hanno riposto, secondo Gartner, i marketers che hanno contribuito all’indagine: i grandi vendor di suite integrate come Salesforce, Oracle etc spesso offrono una pluralità di componenti quando le funzionalità chiave di cui realmente necessitano i marketers sono un sottoinsieme di esse.

Questo assunto ovviamente non va frainteso… Gartner non dice che i fornitori di suite integrate – quei grandi “marketing clouds” – sono la causa del fatto che gli esperti di marketing utilizzano solo circa il 60% delle capacità totali del loro stack martech; la risposta per ottimizzarne l’utilizzo potrebbe non essere neanche così dipendente dagli investimenti tecnologici.

Tradurre la tecnologia applicata al marketing in efficacia aziendale dipende infatti primariamente dall’utilizzo stesso delle tecnologie martech e, secondo i ricercatori, i team di marketing dovrebbero concentrarsi sul diventare “più agili” ponendo maggiore enfasi su “formazione, talento e integrazione dei sistemi”. Lo sviluppo di skill dovrebbe essere tenuto in maggior considerazione nella “martech roadmap”. I marketing leaders dovrebbero creare un ambiente in cui i marketers possano apprendere come padroneggiare la tecnologia e dovrebbero investire in workshop, corsi di formazione e conferenze.

Personalmente condivido questa analisi che individua nella ’”mancanza di tempo per le sperimentazioni” una delle cause più importanti dell’inefficienza nell’utilizzo degli strumenti tecnologici di marketing, che spesso quindi si conoscono poco o non si utilizzano nel pieno delle loro potenzialità.

Dare alle persone la libertà di sperimentare nuove idee. Ecco come sbloccare il vero potenziale del tuo stack martech

Ed è anche per questo che la marketing automation può davvero fare la differenza, liberando i marketers dalle attività di marketing time-consuming e creando gli spazi per le strategie e le sperimentazioni.

Un vantaggio non da poco, in un contesto in cui i marketers si devono confrontare con le sfide di un mercato digitale in continua evoluzione. Abbiamo deciso di dedicare un e-book proprio alle sfide che il 2020 pone a chi si occupa di marketing. Attraverso 7 risposte a 7 domande abbiamo cercato di tracciare i contorni di una strategia di marketing vincente in questo contesto in continuo divenire.

Scaricalo gratuitamente qui sotto!